lunedì 14 settembre 2009

Uomo-uomo-postcoitum


Oggi ho avuto a che fare con una tipologia di collega indispensabile in ogni ufficio: c’era al lavoro che ho lasciato, e sono contenta di ritrovarlo qui. E’ il Post Coitum.
Il Post Coitum è di solito uomo, e si manifesta per lo più telefonicamente. Però egli non chiama mai, è sempre chiamato.
Quando tira su la cornetta, è come possedere un videotelefono: non si può fare a meno di immaginarlo tra le lenzuola, una sigaretta in bocca e l’amante (donna, uomo, cavallo che sia) a fianco, spossati per l’attività, benché i compagni di stanza giurino di non averlo mai visto allontanarsi dalla scrivania.
- mmmmmhhm
- pronto, buongiorno, sono X. Cercavo Y.
- ssono…io…(boccata di fumo negli occhi)
- avevo bisogno di sapere cosa le ha detto la ditta in ordine al preventivo..
- …
- signor Y?
- mmmh. Maaaaa- aaa. Ah. sì.
- dicevo, del preventivo.
- …mmhmh. Vediamo…sa..non ho le carte sottomano (e meno male). Sospiro. Le faccio…sapere (rumore di sforzo intellettuale). Arriveder..(la comunicazione si interrompe).
- si diverta, sig. Y. O ne coltivi l'illusione.

3 commenti:

matteo ha detto...

Maledizione... sarò mica io quel collega nel mio ufficio?...

NEF ha detto...

Mi è capitato di sentirti al telefono e direi di no, ma forse, sul lavoro...

matteo ha detto...

mmmm...
speriamo.


sì.